Fatalità

mm1mm2

FATALITÀ _ GLI ALUNNI DI UN CORSO
3 maggio 2020

All’infuori di questa unica fatalità della morte, tutto gioia o fortuna è libertà, e rimane un mondo, di cui l’uomo è il solo padrone.
Albert Camus

Abbiamo inventato un corso cucito sulle nostre voglie o su quelle voglie che erano scomparse dal nostro orizzonte vitale.
Abbiamo voluto ripensare ad un modo di affrontare la nostra comune passione.
Liberi e padroni del nostro fare abbiamo attraversato i generi, le voglie, gli umori.
Abbiamo sperimentato tecniche e tecnologie.
Abbiamo scoperto che potevamo, insieme, cavalcare la gioia, la tristezza, la paura, il dolore facendo delle fotografie o cercando di farle.
Abbiamo costruito storie infilandoci tra la prima fotografia e la seconda, tra un bicchiere di vino una patatina e un biscotto.
Abbiamo riso fino alle lacrime per dare il giusto peso al nostro vivere.
Abbiamo affrontato questa sfida come fosse una canzone di Paolo Conte

...Ma il suo sguardo è una veranda
Tempo al tempo e lo vedrai
Che si addentra nella giungla
No, non incontrarlo mai
Ho guardato in fondo al gioco
Tutto qui, ma sai

In fondo, fatalità, c’era parcheggio solo lì

Io mi sono divertito, ma l’abbiamo fatto insieme.

Paolo Mazzo – Fotografo